12 Agosto 2022
5 Marzo 2022

SOS Ucraina

In questo momento così grave per il popolo ucraino, nel susseguirsi di interventi da varie parti, abbiamo per ora pensato di sostenere quanto la Caritas ambrosiana ci chiede di fare: donazioni in denaro che poi potranno essere utilizzate dalla Caritas stessa per l’acquisto di ciò che più serve in questo momento.
Tutte le indicazioni le trovate nelle bacheche e anche sul sito internet della Parrocchia. Vi aggiorneremo nelle prossime settimane su eventuali
altre iniziative, anche legate alla possibilità di accogliere cittadini ucraini.
Si può fare un BONIFICO sul c/c presso il Banco BPM Milano, intestato a Caritas Ambrosiana Onlus IBAN:IT82Q0503401647000000064700 ‐ CAUSALE OFFERTA: Conflitto in Ucraina
Ci permettiamo poi di rinnovare l’invito a tutti per una preghiera quotidiana per la pace, e anche di segnalare un’altra iniziativa che domenica 6 marzo vede protagonisti alcuni Comuni a noi vicini: una fiaccolata per la pace alle ore 20.00 a Carugo, Giussano e Mariano Comense.

 

Alcune note per la quaresima

Secondo la disciplina ecclesiastica della Chiesa cattolica, il digiuno e l’astinenza devono essere osservati il Mercoledì delle Ceneri (o il primo venerdì di Quaresima per il rito ambrosiano) e il Venerdì della Passione e Morte del Signore Nostro Gesù Cristo; mentre sono consigliati il Sabato Santo sino alla Veglia pasquale.
L’astinenza deve essere osservata poi in tutti e singoli i venerdì di Quaresima, a meno che coincidano con un giorno annoverato tra le solennità (come il 19, San Giuseppe, o il 25 marzo, l’Annunciazione).
Alla legge del digiuno sono tenuti tutti i maggiorenni fino al 60° anno iniziato; alla legge dell’astinenza coloro che hanno compiuto il 14° anno di età. Dall’osservanza dell’obbligo della legge del digiuno e dell’astinenza può scusare una ragione giusta, come ad esempio la salute.
Secondo le norme in vigore rispettare il digiuno significa in pratica fare un unico pasto durante la giornata, con la possibilità di prendere un po’ di cibo al mattino e alla sera. Mentre con l’astinenza è proibito l’uso delle carni, come pure dei cibi e delle bevande che, ad un prudente giudizio, sono da considerarsi come particolarmente ricercati e costosi.
Come già fatto mercoledì scorso, possiamo vivere queste pratiche tradizionali offrendole per la pace in Ucraina.