25 Aprile 2024
4 Marzo 2023

Per una Quaresima di Fraternità

Quest’anno abbiamo pensato di sostenere la missione di Sara e Mauro Motta, a Quatro Esquinas, inEcuador. Ogni settimana i bambini del catechismo sono invitati a portare una piccola offerta, frutto delle loro rinunce, da versare in un salvadanaio. Sul sito della Parrocchia potete vedere il bel video che Mauro e Sara (con i loro due figli, Ivano e Rogelio) hanno realizzato per farci conoscere la loro missione e anche il progetto per il quale ci chiedono aiuto.
Si tratta di sostenere il collegio maschile che hanno creato per dare un futuro, ma anche un presente fatto di istruzione e di cibo, ai ragazzi: qualcosa che assomiglia molto ad un oratorio salesiano! In questo momento con i loro ragazzi, a cui insegnano a fare i falegnami, intagliatori e scultori del legno, vorrebbero ristrutturare l’ambiente dove fanno catechismo… cioè il loro “oratorio”, soprattutto per farne sede del doposcuola. Per questo ci chiedono aiuto!
Tutta la comunità lo può fare con le apposite cassette che trovate in fondo alla Chiesa.
Di seguito la loro lettera:
Carissimi
Il nuovo anno é iniziato in fretta, gennaio è già finito e con la quaresima alle porte sappiamo che si arriverà presto a giugno, che per noi e per i nostri ragazzi, significa la fine del percorso di studi. Abbiamo il desiderio di poter concludere bene, accompagnarli fino al diploma, fino a quella che per loro sarà la vita da adulti. Per chi lo vorrà teniamo aperta la porta di casa, c’è l’idea di affiancarli per completare la formazione professionale e ottenere così il titolo di “artigiani”. Certo in questi anni hanno fatto tanti lavori sempre aiutati dai loro professori , nel futuro toccherà più a loro… può fargli bene un periodo di apprendistato.
Noi saremo un po’ più liberi per aiutare le famiglie di Quatro Esquinas e delle varie comunità: conoscerle di piú, visitarle meglio e così avvicinarsi a loro. Da pochi giorni ci hanno raggiunto Roberto e Monica con i loro figli Daniele e Letizia, vengono dalla Valle Camonica e anche loro appartengono all’Operazione Mato Grosso. Lo scorso anno hanno fatto un’esperienza di una sostituzione qui in Ecuador e hanno fatto ritorno in Italia con il desiderio di fare qualcosa in più.
Così si è pensato di affiancarli a noi ma con più libertà di andare verso i ragazzi del paese e le loro famiglie, noi continuiamo a seguire il collegio, gli ammalati e i lavori. Insieme faremo l’oratorio.
Una delle attività che pensiamo di fomentare é quella del doposcuola, ha iniziato Veronica, una ragazza di Meda che ha vissuto con noi per 6 mesi. Il pensiero è quello di sistemare la canonica del paese. Da tempo non è più occupata da un prete (anche qui sono pochi…) e sono passati tanti anni da quando si sono fatti lavori di ristrutturazione così che ora è necessario un intervento sostanzioso. I lavori da fare sono tanti, dalla sistemazione del tetto , ristrutturare tutti i locali interni, impianto dell’acqua, la luce e tutti gli scarichi sono da cambiare… in pratica si salvano le pareti…
Sia il nostro prete che il vescovo, con i quali abbiamo un bellissimo rapporto, ci stanno sostenendo con parte delle spese ma servono parecchi soldi. Così facciamo ricorso alla vostra generosità: sarebbe bello riuscire a ricreare uno spazio dove poter riunire bambini e ragazzi bisognosi di attenzioni, un aiuto scolastico e spesso con la pancia da riempire.
Con i nostri ragazzi del collegio abbiamo cominciato i lavori di ristrutturazione della chiesa, in particolare il controsoffitto e l’altare maggiore, che sono per loro progetto di tesi. Il controsoffitto è stato iniziato lo scorso anno e manca poco per finirlo, l’altare maggiore per ora é ancora in progettazione ma confidiamo che i nostri ragazzi riusciranno a portarlo a termine per giugno.