1 Dicembre 2022
26 Marzo 2022

L’uomo desidera Pace

Ecco alcune delle parole che il Papa ha scritto per consacrare Ucraina, Russia e mondo intero a Maria, Regina della Pace.

Accogli dunque, o Madre, questa nostra supplica.
Tu, stella del mare, non lasciarci naufragare nella tempesta della guerra.
Tu, arca della nuova alleanza, ispira progetti e vie di riconciliazione.
Tu, “terra del Cielo”, riporta la concordia di Dio nel mondo.
Estingui l’odio, placa la vendetta, insegnaci il perdono.
Liberaci dalla guerra, preserva il mondo dalla minaccia nucleare.
Regina del Rosario, ridesta in noi il bisogno di pregare e di amare.
Regina della famiglia umana, mostra ai popoli la via della fraternità.
Regina della pace, ottieni al mondo la pace.

Anche noi le abbiamo pregate, queste parole, venerdì, alle messe che abbiamo celebrato nel giorno dell’Annunciazione, giorno in cui Maria ha ricevuto la visita dell’angelo che le portava un annuncio di pace: sarai la Madre del Principe della Pace, il solo capace di sconfiggere in sé la divisione che il Regno delle Tenebre vuole portare ancora oggi nelle nostre vite, nelle nostre famiglie, nel mondo intero.
Non ci sono ragioni per fare la guerra, per desiderare distruggere case, palazzi, asili, ospedali; non ci sono ragioni per fare la guerra, con l’obiettivo di conquistare territori come se stessimo giocando, bambini, a Risiko; non ci sono ragioni per fare la guerra, che distrugge ponti fisici e umani, cancellando in un solo colpo gli sforzi per unire le persone oltre ogni differenza; non ci sono ragioni per fare la guerra, che toglie Vita e
vite: civili e militari, bambini, giovani, adulti e anziani; non ci sono ragioni per fare la guerra: nessuna!
Per tante ragioni, capite, non ci sono ragioni per armare i popoli e destinare risorse della ricchezza prodotta da un paese a tale scopo! Ha ragione il Papa quando dice che è una vergogna. Con quelle risorse, costruiamo la pace! Desideriamo la pace. Imploriamo la pace.

Don Luca