29 Gennaio 2023
7 Gennaio 2023

Il Battesimo del Signore

Negli anni scorsi, Papa Francesco aveva detto queste parole ai genitori che il 6 gennaio fecero battezzare da lui i propri figli:

Oggi noi commemoriamo il Battesimo del Signore. C’è un inno liturgico molto bello, nella festa di oggi, che dice che il popolo di Israele andava al Giordano “con i piedi scalzi e l’anima scalza”, cioè un’anima che voleva essere bagnata da Dio, che non aveva nessuna ricchezza, che aveva bisogno di Dio. Questi bambini oggi vengono qui anch’essi con “l’anima scalza” a ricevere la giustificazione di Dio, la forza di Gesù, la forza di andare avanti nella vita. Vengono a ricevere l’identità cristiana. È questo, semplicemente. I vostri figli riceveranno oggi l’identità cristiana. E voi, genitori e padrini, dovete custodire questa identità. Questo è il vostro compito durante la vostra vita: custodire l’identità cristiana dei vostri figli. È un impegno di tutti i giorni: farli crescere con la luce che oggi riceveranno.
Voi portate al Battesimo i vostri figli, e questo è il primo passo per quel compito che voi avete, il compito della trasmissione della fede: la trasmissione della fede si può fare soltanto “in dialetto”, nel dialetto della famiglia, nel dialetto di papà e mamma, di nonno e nonna. Poi verranno i catechisti a sviluppare questa prima trasmissione, con idee, con spiegazioni… Ma non dimenticatevi questo: si fa “in dialetto”, e se manca il dialetto, se a casa non si parla fra i genitori quella lingua dell’amore, la trasmissione non è tanto facile, non si potrà fare. Non dimenticatevi.

I bambini vengono battezzati nella fede dei propri genitori. È per questo che è sempre più urgente appropriarsi da adulti della propria fede! La fede è un dono, ma un dono da coltivare se non vogliamo che appassisca e muoia. La vita ci presenta tante domande, diverse a seconda della stagione della vita che affrontiamo.
Per questo motivo la fede deve crescere insieme con noi, se vogliamo darle la possibilità di rispondere a quelle diverse domande che affiorano alla nostra mente e al nostro cuore.
In questo nuovo anno continuiamo o riprendiamo il nostro cammino verso Dio, accompagnati dalla fede in Gesù e dal dono del suo Spirito.

Don Luca